lunedì 5 marzo 2012

Il mondo, il mio interno


Ho il mondo, il mio interno, spaccato in due.
Ruota su una base di trenta e si divide:
un semicerchio in ascesa e uno in discesa,
in entrambi casi la funzione non trova ancora un equilibrio.
Il passo lento inevitabile
mi fa lasciare indietro segni e cose,
quello veloce
mi spinge al recupero.
Vanno a passeggio 
i miei pensieri con la mia anima,
mentre eterico e fisico cercano
sassi pesanti.
Oggi sono a pareggio,
ed è serena anche la pioggia.

LENTICCHIE E CIPOLLE ROSSE ALLA SALVIA



600  gr di cipolle rosse
250 gr di lenticchie rosse decorticate
olio extravergine d'oliva
shoyu o tamari (salsa di soia)
acqua
sale
salvia

Portare ad ebollizione circa un litro di acqua con 1 cucchiaino di sale. Scaldare due cucchiai di olio in un wok e aggiungere le cipolle affettate sottilmente. Girare per un paio di minuti velocemente, fino a quando non saranno ammorbidite. Unire le lenticchie e due cucchiai di shoyu, mischiare bene e versare un po' dell'acqua salata calda e continuare la cottura per una ventina di minuti, come se si stesse preparando un risotto, aggiungendo quindi l'acqua calda man mano che si consuma. Nel frattempo tritare con la mezzaluna 4\5 foglie di salvia fresca e unirle alle lenticchie negli ultimi 5 minuti.

Sarà stata la cottura o il profumo delle piccole cipolle rosse, sarà stato l'influsso delle amiche di facebook che mi hanno aiutato a decidere se usare salvia o timo (che proverò la prossima volta), ma è venuto fuori un piatto delizioso e delicato, dove le cipolle si sono ben amalgamate, senza lasciare traccia, se non la grande quantità di lacrime che ho versato mentre le affettavo!

13 commenti:

  1. Le tue parole tesoro lasciano sempre il segno..prima o poi troverai il tuo giusto equilibrio cara!!!
    Il piatto è decisamnete goloso e ricco di sapore!!baci,Imma

    RispondiElimina
  2. E' sempre bello sbirciare nel tuo mondo ...
    Un saluto dai viaggiatori golosi ..

    RispondiElimina
  3. Bella la ricetta e cosi' bello quello che hai scritto per quello che mi riguarda.
    Io ho bisogno di tornare alle mie radici, cosi' mi sento come una piantina sradicata.
    A volte sto bene, altre no, ma continuamente mi rendo conto che non e' qui che voglio stare.
    Cerco i miei equilibri... Prima o poi arriveranno...
    Lo so!
    Arriveranno!!!!

    Vero!?!?
    Vero che arriveranno?!?!?!?!

    RispondiElimina
  4. Le lenticchie mi son care , proverò questo modo di cottura .Son certa alla fine diventa un cerchio, perchè la vita si perpetua di per se , anche mentre ne cerchiamo la ragione.un grande abbraccio

    RispondiElimina
  5. Allora la salvia ha vinto sul timo per le cipolle rosse? O e' per via delle lenticchie!

    Ciao
    Alessandra

    RispondiElimina
  6. Che pensieri profondi Lo, segno dell' introspezione che possiedi...
    Buona giornata, e come asserisci tu anche con la pioggia!

    RispondiElimina
  7. Solo a leggere la ricetta mi è venuta l'acquolina! Complimenti per il blog!

    RispondiElimina
  8. Bellissima ricetta che proverò questa sera nel mio nuovissimo wok :)

    (e intensi i pensieri, come sempre)

    RispondiElimina
  9. anche i miei pensieri vanno spesso a spasso e molte volte si perdono per strada!!!
    gustosissimo questo piatto!
    p.s.. ti consiglio di togliere la verifica parole per la pubblicazione dei commenti.

    RispondiElimina
  10. i cinesi lo chiamano ho yihng e lo yahng, raggiungere equilibrio vuole dire raggiungere la saggezza

    RispondiElimina
  11. carissima ti auguro con tutto il cuore di trovare il tuo equilibrio!!! un bacione e complimenti per la ricetta.

    RispondiElimina
  12. Il tempo ha i suoi tempi ma prima o poi il cerchio si chiude. Forse sbagliamo ad affannarci troppo?

    Le lenticchie con le cipolle e la salsa di soia sembrano appetitose. Penso le proverò. Baci ;)

    RispondiElimina
  13. Quello che si aspetta arriva quando meno lo si aspetta. E' una frase che ho letto ieri in un Bacio Perugina bianco. Ogni tanto una pillola di saggezza in quei bigliettini :)

    RispondiElimina