domenica 6 novembre 2011

Solo il più delle volte




E' strano. Scioglie il tempo in lunghe pause. Pause fatte tra un avvenimento e l'altro. Cammino, cammino con Nina al mio fianco, cammino passo dopo passo. E ogni giorno faccio la stessa strada e la stessa strada è ogni giorno diversa. Cammino e mi sento sospesa, persa dentro la bolla d'aria rappresa mentre la vita pulsa. Ci sono e non ci sono. A volte non sono nemmeno presente a me stessa. Capire e accettare, scegliere e fare in modo che il cielo si trasformi nelle mie mani. Alla mia età è strano chiedersi chi si è e cosa si vuol fare. E' così il pennello passa e ripassa sul legno. E scoprire cose nuove, date perchè siano un punto di svolta e per comprendere la profondità. Devo cercare ordine sufficiente per poter fare tutto quello che mi completa e a volte il tempo non sembra bastare. Confusione e lucidità per adattarsi a questo mondo fatto di terra, a cui sono così attaccata e alzare lo sguardo al cielo per ricordare le risposte. Il giorno mi porta pensieri lucidi, la notte umide sensazioni. L'altalena la vedo che si intreccia con i punti del mio lavoro a maglia, ma io ostinato disfo per rifare. Non sempre, solo il più delle volte. Altre me lo faccio andare bene, quando è tanto e il tanto mi sembra troppo. Mi adeguo alle piegature di questa stagione folle e mangio fragole a novembre.

SCHIACCIATINE CON LIEVITO MADRE




200 gr di pasta madre
acqua
170 gr di farina di farro setacciata
50 gr di fiocchi d'avena
1\2 cucchiaino di semi di finocchio
1 cucchiaino di sale

per la copertura:
60 gr di fiocchi d'avena
olio extravergine d'oliva
sale

Sciogliere la pasta madre con un po' d'acqua, aggiungere la farina, i fiocchi, il sale e i semi e l'acqua necessaria per ottenere una palla di pasta. Lavorare per qualche minuto e lasciare lievitare per un paio di ore. Sgonfiare l'impasto, stenderlo con le mani a forma di rettangolo ed eseguire delle pieghe a libro (tipo quelle della pasta sfoglia) e lasciarlo riposare per un'altra ora
Stendere l'impasto e dividerlo in 12 pezzi, che poi spianerò con un mattarello.  Bucherellare i dischi con una forchetta, ungere con un po' dolio, girare il disco e ripetere, quindi adagiarli su una teglia rivestita da carta da forno.
Mescolare i fiocchi con i semi e un po' di sale e distribuirli sui dischi.
Infornare in forno ventilato a 190° per circa 15 minuti. Si conservano in una scatola di latta a lungo.

Dopo essere stata ad una meravigliosa festa di sole e di colore, mi era rimasta la voglia di schiacciatine croccanti, un po' diverse dai soliti crackers, così ho trovato in rete questa ricetta, che ho subito provato con grande soddisfazione. E ora mi rimane un'idea da sperimentare, ma mi sa che ho bisogno di qualche consiglio...e se le faccio con la farina di segale? Sostituisco tutto con la segale o con mix di farine? Mi aiutate?

30 commenti:

  1. Buonissime queste schiacciatine,da copiare!!!!!!Buona settimana!!!!!

    RispondiElimina
  2. bellissima immagine quella dell'altalena intrecciata fra i punti del tuo lavoro a maglia, la sento mia.
    un bacione, Lo!
    S.

    RispondiElimina
  3. sferruzza sferruzza bella gallinella creativa....per quel poco che ne capisco di impasti credo sia meglio un mix di farine, quella di segale fatica a lievitare ...... baciuzzzz ^ __ ^

    RispondiElimina
  4. Io proverei con la segale, anche se gli impasti vengono un pò più gnucchetti...o la farina ai 5 cereali..
    dovresti provare...
    bacioni Lo cara e buon inizio settimana

    RispondiElimina
  5. In queste ricette sono una frana , ma magari provare prima con un mix ...( sono per gli esperimenti...):
    mi piace sempre ricordare chi dice che il realtà è il percorso la via chefacciamo; ed il tuo riflettere è in fondo gìà la scelta nel senso che il tuo vivere è già la risposta ; mi son oncarata di nuovo...ma sò che mi compre di e ti penso a passeggiare ..

    RispondiElimina
  6. Mi hai fatto venire voglia di schiacciatine con i semi di finocchio, visto che ne ho... pero' non so se ho il tempo, ho cosi' poco tempo questi giorni ma per il pane devo cercare il modo di trovarlo senno' che vita e'??

    In Nuova Zelanda Novembre e' il mese delle prime fragole :-)

    Ciao
    Alessandra

    RispondiElimina
  7. La copio subito devono essere ottime!bellissima anche la foto come il blog del resto...sei gia' nella mia lista!!! buon inizio settimana ;-)))

    RispondiElimina
  8. e da tanto che non passavo dal tuo meraviglioso pollaio queste sciaccine devono essere buonissime ciaoo dagli stati uniti d`america

    RispondiElimina
  9. Mi rivedo nelle tue parole. Passeggiare sulla stessa strada ed ogni volta vederla diversa...
    Stamani piove, passeggero' con il fango ai piedi e menphis non proprio al mio fianco, lui ha uno spirito ribelle, cammina avanti e almeno a dieci metri! Lui controlla per me che la strada sia tranquilla. Poi torna e mi fa strada tutto fiero. Nella vita di tutti i giorni invece devo cavarmela da sola...e che fatica...ed ogni giorno la mia vita la vedo diversa...o forse son io a volerla vedere cosi' ?
    Per ora so che rubo nel tuo piatto e concordo con il mix di farine anche se di impasti ci capisco zero!vado a sensazione :)

    RispondiElimina
  10. la parte iniziale di questo post è una poesia... adoro il tuo blog, sei bravissima dovresti fare la scrittrice!

    RispondiElimina
  11. la vita è anche cosi un po strana si possono desiderare le fragole a novembre :-)) buone le schiacciatine

    RispondiElimina
  12. Che belle queste riflessioni!!!!!ottime le schiacciatine.. baciotti e buon inizio settimana .-D

    RispondiElimina
  13. Mi piace molto quello che hai scritto, Lo. Questa volta non voglio commentare nulla, se non condividere i tuoi pensieri. Un abbraccio, Cat

    RispondiElimina
  14. ma sai che bello Lo, ora so che camminiamo insieme e forse uno dei miei più grandi desideri di novembre, cosi' umido e grigio é proprio quello di poter mangiare anche le fragole :)

    ti abbraccio forte!

    RispondiElimina
  15. Anima sensibile, queste fluttuazioni sono normali, fanno sentire che ci si ascolta.
    Mamma mia, la mia PM gice ibernata da mesi nel freezer, chissà se ricomincerò a panificare...baci

    RispondiElimina
  16. Secondo me la ricerca continua di noi stessi ci permetto di scoprire con stupore che persone saremo domani... Le focaccine me le segno cara Lo, da poco la pasta madre è entrata a far parte della famiglia e io l'adoro!
    un abbraccio

    RispondiElimina
  17. Grazie per l'abbraccio, me lo prendo tutto!

    RispondiElimina
  18. Grazie per il commento, ma dove abiti che ti maturano adesso le fragole? :-)

    Ciao
    A.

    RispondiElimina
  19. splendidi di prima mattina ..che tentazione bacio buona giornata cara

    RispondiElimina
  20. Molto bella questa riflessione.
    Grazie per l'appetitosa ricetta, da provare subito!
    Baci e coccola a Nina!
    Elena

    RispondiElimina
  21. Tutto si vede diverso, se noi abbiamo occhi diversi...

    RispondiElimina
  22. si ingrandisce la famiglia vedo, il riflettere credo che sia una forma di crescita interiore, ben venga

    RispondiElimina
  23. Ti rubo la ricetta!!!
    A presto

    RispondiElimina
  24. MA ci farai vedere qualche creazione sferruzzosa? e io la schiacciatina la farei totalmente con la segale deve essere favolosa e molto molto rustica!!!! un bacione Ely

    RispondiElimina
  25. Ti mando un Abbraccio così, senza Perchè, a volte è meglio abbracciare le cose che vengono donate! :)

    RispondiElimina
  26. che buone devono essere, non mi sono mai cimentata in cose di questo genere! un bacione.

    RispondiElimina
  27. a volte anche a me sembra di essere sospesa nello spazio e nel tempo persa nei miei pensieri e nel mio mondo creativo in cui a volte mi piace rifugiarmi per ricaricarmi! ottime schiacciatine, davvero particolari!

    RispondiElimina
  28. grazie a tutti ...scusate il mio poco tempo ma mi siete tutti nel cuore e i vostri commenti mi riscaldano...camminiamo insieme? vi aspetto e io porto le schiacciatine :)

    RispondiElimina